Rappresentatività

Anche stavolta io ho dato. Se ne uscirà un mostro abominevole la colpa sarà anche mia.

Però preferisco sbagliare nel fidarmi di una persona e rimanerne deluso, che aspettare che dall'alto mi venga presentata come il nuovo della politica tale signora Brambilla, che ho il sospetto sia messa lì solo perché avvenente e benestante (poi sarà anche una persona intelligente, non ne ho alcun dubbio, però lì dov'è ci è stata messa per altri motivi).

Illuminante questa intervista di cui riporto solo un paio di frasi illuminanti su come sia seria l'idea della politica che si fa da quelle parti. Il campionario c'è già tutto: ipocrisia, do as I say not ad I do, smentite, valori morali scelti per l'occasione. Io sono basito:

Berlusconi [...] ha raccontato che lei è stata scelta per guidare i Circoli della libertà essendo risultata la migliore tra i candidati. Di che tipo di selezione si è trattato?
Non la definirei una selezione [...] mi sono offerta di costituire l'associazione nazionale per coordinarli.

Berlusconi dice [...] che le darà un sottosegretariato all'Ambiente.
[...] A me comunque non interessano le poltrone. Nella mia azienda ne ho di più solide di quelle che potrebbero offrirmi.
Al principio dicono tutti così, poi cambiano idea.
Cambiare idea non è un delitto. [...]

Ha detto che non s'interessava di politica, in un'intervista del 2004, e che aveva votato scheda bianca.
Rettifico quell'intervista: non ho mai votato scheda bianca. [...]

Cattolica?
"Sì"
Non è sposata col padre di suo figlio. È favorevole ai Dico?
"Abbiamo detto niente vita privata".
1 Response
  1. Carletto Says:

    votare, anche x delle primarie, mi sembra un dovere, per poter poi prendere parte, anche se solo da spettatore, o commentatore, alla vita politica nazionale. Ma io mi sentirei preso per il culo se mi chiamassero a votare delle primarie con candidato "imposto", che senso ha? sai cosa intendo!lo pensavo anche per le primarie a furor di Prodi x le ultime elezioni.. ciao Carletto