Italia & Innovazione

Oggi ho trovato una frase a suo modo paradossale, ma illuminante e che fa riflettere.

Si parla di progresso e innovazione, in Italia particolarmente difficile, almeno stando a sentire le parole di tutti. Io sono in parte d'accordo, anche se abitando in Lombardia ho visto molti amici o genitori di amici campare (alcuni anche molto bene) proprio attraverso la propria volontà e capacità imprenditoriale.

D'altra parte è vero che non ho mai vissuto in altri paesi e che non posso essere sicuro che negli USA (per fare un esempio) sia così semplice diventare ricchi con un buon progetto. Diciamo che rimango nel mezzo, indeciso se incatenarmi al luogo comune oppure strapparne i collanti.

Ah, la frase che mi ha colpito è stata: Le idee vincenti non devono vendere, devono servire a qualcuno.

Questa è la verità, nuda e cruda, magari correggendo un po' il tiro con un non devono solo vendere, ...

Riporto un altro pezzo dell'articolo, altrettanto illuminante:

Fare impresa in Italia vuol dire:
1. Trovare clienti per prodotti o servizi tramite una rete di referenze.
2. Sottopagare chi sviluppi tali prodotti e servizi, o meglio, fare in modo che la produzione costi molto molto meno della vendita.
3. Accumulare l'utile, o utilizzarlo per ampliare questo meccanismo.
Qualcuno osa contraddire queste parole?

2 Responses
  1. velenero Says:

    nel punto 2 si parla di me... :(


  2. Limo Says:

    E di me, di noi, di tutti!