Sky & Mondiali

Ho finalmente compreso cosa significano questi Mondiali di Calcio 2006. Li definirei prove tecniche di povertà.

Non ci siamo abituati. Eravamo soliti goderci olipmpiadi, mondiali e tutti gli altri grandi eventi sportivi gratuitamente e integralmente sulle frequenze RAI. Da oggi non è più così. Chi può permetterselo si compra il pacchetto e vede tutte le partite (che, diciamocelo, non ci interessano molto, però erano una bella esperienza (così come lo era il tiro al piattello alle Olimpiadi, per dire)), mentre per gli altri si riapre la definizione di bar come luogo di aggregazione: ecco noi tutti miserabili riuniti nell'osteria del paese, proprio come 40 anni fa quando la televisione era bene di lusso che non tutti avevano nelle proprie case. Un ritorno al passato.

Fin'ora erano trasmessi eventi di nicchia (come il pugilato) o comunque mai visti altrove (come la notte degli Oscar o le partite della domenica pomeriggio che si ascoltavano alla radio), mai qualcosa di massa come il calcio. Per i film il problema è diverso: con pochi euro lo si affitta in dvd senza essere legati a un abbonamento (e in qualità migliore). E poi un film anche se lo si guarda qualche settimana dopo il primo passaggio in tv non succede nulla (anzi, spesso è meglio lasciar decantare le lodi e le infamie della critica estemporanea).

Un salto indietro di qualche decennio, e il trend non è dei migliori: si annunciano simili esperimenti (che diverranno la norma) anche sul digitale terrestre, con prime visioni di film e telefilm solo a pagamento. Per i poveracci (o comunque chiunque non voglia spendere soldi ulteriori per svariati motivi) solo le repliche di Karate Kid e qualche talk-show al quale saremo costretti a partecipare inviando un sms, altrimenti si spegnerà la tv...
2 Responses
  1. Alfredo Says:

    Hai ragione, di questo passo la tv futura diventerà a pagamento.
    Se ho capito bene, già adesso, quando dicono che puoi giocare al "Milionario" col digitale terrestre, è un servizio a pagamento.


  2. Limo Says:

    Beh, che per interagire sia necessario spendere è chiaro: come ci si collega col decoder ai loro server? Ma con un modem inserito nel decoder...